Home » » Oltre le note per dire no alle dipendenze

 

Oltre le note per dire no alle dipendenze

Sono felice di come è andata la serata « ha concluso Diottasi « ci auguriamo di essere riusciti a lanciare un messaggio positivo aver trasmesso attraverso la musica e la danza

di ROMINA MOSCONI

La splendida cornice del Forte Michelangelo, ha ospitato domenica scorsa la XIII edizione di Oltre le note, lo spettacolo di musica, ballo e cabaret promosso dalla comunità  Mondo Nuovo.
Ad alternarsi sul palco sono stati Mirko Finizio, Damiano Borgi, Erika Spargoli, Valentina Baldi, Stefano Beffato, Anita Bagattin, Adriano Scappini, Cristina De Battista e le due undicenni vittoria Angelici e Chiara Visciola, i quali hanno avuto modo di mettersi in luce esprimendo ognuno le proprie qualità  artistiche ed umane. Bella la performances degli etoiles Andrea Merolla e Domenico Bellino che hanno saputo trasmettere molta energia al numeroso pubblico presente. Molto apprezzate anche le coreografie dell'insegnante Marilena Ravaioli ed i suoi allievi della scuola di ballo.
Durante il corso del gradevole spettacolo non sono mancati momenti di riflessione grazie ai commenti del fondatore e presidente della Comunità , Alessandro Diottasi, il quale nel suo discorso rivolto alle famiglie e ai giovani ha ribadito con estrema tenacia che Deve finire l'inganno della distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti, perchè la droga è droga e basta. Non deve solamente essere un fondatore di una comunità  a combattere contro tutte le diverse forme di emarginazione che esistono, è invece indispensabile maggiore coscienza da parte di tutti. Oggi sempre più giovanissimi usano sostanze, soprattutto quelle sintetiche che a livello cerebrale sono devastanti. Negativa anche la cura con il metadone o la soluzione effimera delle case del buco''. Ai giovani che dovrebbero rappresentare il futuro di questa società , non viene proposto un discorso di responsabilità  e di recupero, ma di schiavitù dalle sostanze e questo francamente è disumano. Ai nostri figli vanno trasmessi valori dell'amore e della responsabilità  e non va certamente messo fumo negli occhi da parte di chi specula sulla pelle della gente.
Un altro momento emozionante della serata è stato anche quando i due bravi presentatori Mauro De Socio e Mary Diottasi, hanno chiamato sul palco il sempre presente Max Petronilli, il quale attraverso il brano Imagine'' di Jhon Lennon, con il quale ha ricordato l'amico Alfio scomparso prematuramente pochi giorni fa.
Sono felice di come è andata la serata « ha concluso Diottasi « noi della Comunità  Mondo Nuovo ci auguriamo di essere riusciti a lanciare un messaggio positivo e di aver trasmesso attraverso la musica e la danza il no alla droga e il si alla vita.

(26 Lug 2006 - Ore 15:31)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio - Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy