Home » » "Il sindaco venga a riferire in consiglio"

 

"Il sindaco venga a riferire in consiglio"

PALIO Sgamma e Sgriscia chiedono spiegazioni sulla squalifica e sulla revoca decise dall’amministrazione
«Non si può essere allo stesso tempo commissario di gara e organizzatore che giudica sul ricorso»
 

ALLUMIERE - I consiglieri d'opposizione Giovanni Sgamma (Fi) e Alessio Sgriscia (Fdi) attaccano l'amministrazione comunale per la questione "Delle revoche delle squalifiche decise dal sindaco e dalla commissione Palio". Sgamma e Sgriscia su questo argomento hanno protocollato un'interrogazione indirizzata al sindaco. «Abbiamo assistito in silenzio al “teatrino” che l’amministrazione Pasquini ha messo in piedi, subito dopo la conclusione del 55° Palio delle Contrade: prima la squalifica di due fantini (Polveriera e La Bianca), poi la cancellazione della squalifica, a seguito del ricorso delle stesse due Contrade, con la motivazione che la Commissione di gara (cioè il Sindaco) ha sbagliato regolamento nel decidere (almeno così il primo cittadino ha scritto sulla sua pagina facebook): tutto ciò dimostra, se mai ce ne fosse ancora bisogno, il pressapochismo con cui veniamo amministrati". Sgamma e Sgriscia poi proseguono: "Di fronte a questa situazione paradossale, al caos che ha generato nelle Contrade ed ai tanti “precedenti” che condizioneranno il Palio in futuro, chiediamo al sindaco di venire in consiglio comunale a spiegarci la vera logica delle due decisioni. Vogliamo sapere se il sindaco è consapevole che non si può essere allo stesso tempo commissario di gara e organizzatore che giudica sul ricorso, quindi controllore e controllato di se stessi (si chiama conflitto di interessi). Il sindaco ci deve spiegare se è consapevole che esistono leggi e, in questo caso, regolamenti scritti e firmati (da Comune, Pro loco e presidenti delle Contrade), a cui nessuno può derogare, lui in primis. Infine vogliamo sapere se il sindaco considera ancora una scelta equilibrata e garantista l’aver tra i suoi consiglieri il presidente ancora in carica della Contrada Sant’Antonio (si chiama conflitto di interessi)". 

(15 Nov 2019 - Ore 06:14)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi - Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy