Home » » Elegie mediterranee « tra simboli e cromie

 

Elegie mediterranee « tra simboli e cromie

E' stata inaugurata oggi pomeriggio la mostra personale di pittura del famoso maestro Mimmo Anteri

Di ROMINA MOSCONI

Elegie mediterranee « tra simboli e cromie'', questo il titolo dell'originale mostra personale di Mimmo Anteri, la cui inaugurazione è avvenuta ieri alle 18.30 presso la Rocca medioevale al porto e che è stata promossa dal Comune di Civitavecchia in collaborazione con la Pro Loco e con la Provincia di Roma.
Mimmo Anteri ha insegnato per 12 anni nella scuola media Galice di Civitavecchia e oggi ritorna nella nostra città  con l'esposizione delle sue meravigliose tavole dipinte con colori acrilici. Anteri è considerato dai maggiori critici italiani uno degli artisti più originali e rappresentativi della cultura salentina e pugliese, nonchà© della cultura italiana tout court. Anteri , è un artista concettuale estremamente sobrio ed essenziale, con una grande sensibilità , pieno di risonanze e armonie; un creativele cui idee sono un mondo che si apre sul cosmo, pieni di storie e di miti, metafora di altro, cioè simboli. E' quindi il simbolo il linguaggio privilegiato dell'anima che svolge un ruolo fondamentale nell'arte di Mimmo Anteri. La sua pittura è Cosmogonica e teleologica; nei suoi quadri si ritrova la musica del silenzio e non vi è la presenza di alcun uomo. Anteri è un maestro della tecnica che usa i pennelli come spade danzanti e nelle sue tavole di legno, rigorosamente dipinte con colori acrilici. Ma se la sua anima si slancia verso l'infinito, i suoi piedi sono ancorati invece alla realtà , ed è per questo che la sua arte è concreta, attuale, quasi una cronaca visiva \ trasfigurata\ dei nostri tempi , che va letta , come annota lui stesso, \ tra simboli e cromie\. Quei paesaggi sono senza presente nà© passato ma segnano e caratterizzano in profondità  l'ambiguità  dell'esistenza umana nella sua integralità  e nel suo complesso. Memorie e nostalgia dei mattini iniziali del Salento , ma
anche abissi di solitudine, immagini fuggenti, nostalgia, la solitudine,
frustrazione e la carpenteria mentale che sorregge gli impianti, lo spaesamento dell'uomo. Le sue opere resteranno esposte fino al 6 agosto e sarà  possibile ammirarle tutti i giorni dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 21.

(22 Lug 2006 - Ore 12:23)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio - Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy