Home » » Dai banchi di scuola al campo: con l’evento ''Innamorati del gioco'' gli alunni chiudono la Settimana dello studente

 

Dai banchi di scuola al campo: con l’evento ''Innamorati del gioco'' gli alunni chiudono la Settimana dello studente

SPORT & SCUOLA Iniziata lunedì oggi ci sarà la giornata conclusiva. L’idea nata dal Consiglio comunale dei ragazzi in sinergia con la giunta s’è rivelata un successo. Stamani al Moretti della Marta giochi e attività sportive: “learning by doing” e “learning by playing” le frasi chiave

MATTEO CECCACCI

Imparare facendo e imparare giocando: sono queste le frasi chiave che i 150 studenti delle scuole medie dovranno cercare di assimilare e memorizzare al termine dell’evento “Innamorati del gioco”, che ci sarà questa mattina al Moretti della Marta a partire dalle ore 9.
Un progetto che termina dopo quattro giorni, perché l’idea dell’assessore alla Cultura, Turismo, Giochi e Spettacolo Andrea Grasso del Consiglio comunale dei ragazzi, ovvero quella di svolgere la Settimana dello studente come i colleghi delle scuole superiori, è stata immediatamente accettata nel momento in cui i piccoli politici l’hanno proposta alla giunta comunale, che senza perdere tempo si è subito attivata grazie all’assessore all’Istruzione Claudia Pescatori, al consigliere comunale Matteo Iacomelli e alla fiduciaria Coni Stefania Di Iorio, che insieme hanno chiamato anche i ragazzi degli indirizzi Sportivo e Informatico dell’istituto superiore Guglielmo Marconi per rafforzare la macchina organizzativa.
Dopo settimane di lavoro e organizzazione, la Settimana dello studente ha preso il via lunedì 10 febbraio, interessando tutti gli istituti secondari di primo grado della città che hanno approvato il progetto: istituto comprensivo Don Milani, istituto comprensivo di Civitavecchia 1, istituto comprensivo Montanucci e istituto comprensivo Ennio Galice, oltre a tutti gli istituti d’istruzione superiore.
Una cinque giorni straordinaria, con i primi quattro trascorsi tra i banchi di scuola all’insegna della didattica innovativa basata sul “learning by doing” e “learning by playing”, ossia “imparare facendo” e “imparare giocando” e a momenti di divulgazione e di programmazione delle attività didattiche da parte dei docenti. Ma il bello ci sarà oggi: infatti nell’ultimo giorno della Settimana dello studenti, i 150 alunni trascorreranno la giornata fuori dalle aule, cimentandosi in attività ludico-sportive e in sei giochi, scelti e approvati dalla giunta dei ragazzi nel Consiglio comunale del 7 gennaio scorso: Palla guerra, Tiro alla fune, Corsa con i sacchi, Rubabandiera, Staffetta a sei stazioni e Palla meta.
“Innamorati del gioco” #enjoythegame è il nome della manifestazione - che tra l’altro rientra nelle azioni previste nel progetto “#BeActive-essere attivi divertendosi” - che si pone l’obiettivo di incoraggiare i ragazzi a rimanere attivi tutto l’anno. Tutti gli studenti vogliono mettere in luce l’importanza del movimento e dello sport praticato a ogni età e vogliono soprattutto convincere i loro coetanei a non abbondonare lo sport. Proprio per questo il Consiglio comunale dei ragazzi ha ideato questa manifestazione basata sul gioco e sul divertimento.
Essere attivi è la miglior soluzione ai maggiori problemi di questa generazione: obesità, solitudine, razzismo, bullismo e depressione.
L’appuntamento per i 150 alunni è alle ore 8 presso l’impianto sportivo Moretti della Marta in via del Casaletto Rosso, con inizio delle attività previsto alle ore 9. Al termine della manifestazione ci sarà la premiazione di tutti i ragazzi.
C’è da dire comunque che la pensata del Consiglio comunale dei ragazzi è stata veramente bella. Gli studenti nelle vesti di politici hanno dato vita a un evento come quello della Settimana dello studente che fino a cinque giorni fa non aveva mai interessato le scuole medie.
Ora grazie a loro tutti gli istituti secondari di primo grado possono vantare questa importante opportunità, non solo per ripassare il programma didattico, ma soprattutto per portare avanti numerose e attuali tematiche in modo creativo ed originale. Quest’anno è stata scelta la tematica dello sport: una semplice parola di cinque lettere che come diceva Nelson Mandela “ha il potere di cambiare il mondo, ha il potere di ispirare, ha il potere di unire le persone in un modo che poche altre cose fanno. Parla ai giovani in una lingua che comprendono. Lo sport può portare speranza dove una volta c’era solo disperazione”.
Questa volta i giovani di Civitavecchia hanno spiazzato e sorpreso tutti centrando pienamente l’obiettivo. Perché in questa giornata non sarà il singolo studente a vincere, né l’istituto di appartenenza ma lo sport in generale.
Allora è proprio vero: lo sport insegna ai ragazzi a diventare grandi. E questo evento è l’esatta dimostrazione.

(14 Feb 2020)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio - Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy