Home » » Al via la festa internazionale della storia di Civitavecchia

 

Al via la festa internazionale della storia di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA - Al via ieri la “Festa internazionale della storia”, organizzata grazia alla collaborazione sottoscritta con la “Carta di intenti” il 20 ottobre dello scorso anno tra il Comune di Civitavecchia e la prestigiosa e antica università di Bologna “Alma Mater Studiorum”. L’articolata manifestazione ha come obiettivo principale il coinvolgimento di istituzioni, associazioni cittadine, scuole di ogni ordine e grado e semplici cittadini nella valorizzazione e nella divulgazione del proprio patrimonio archeologico, storico e culturale. Ricco il programma di appuntamenti che vede numerose associazioni coinvolte. Questa mattina all’aula Pucci, dalle 9 alle 13, è in programma il convegno “Leonardo da Vinci e Luigi Calamatta, La Gioconda e Civitavecchia”, introduce e modera Carlo Alberto Falzetti: una mattinata dedicata ai due artisti, a cura degli “Amici del fondo Ranalli” e con la presenza di Rosalba Dinoia che interverrà proprio focalizzandosi sulle “gue Gioconde”. Sarà esposta per tutta la settimana la Gioconda di Calamatta. Si prosegue domani mattina dalle 9 alle 13 al Liceo artistico Viale Adige con il laboratorio di attività grafica sul tema “Monna Lisa” per studiare la tecnica utilizzata da Luigi Calamatta. Sempre domani dalle 9 alle 13 presso l’istituto alberghiero Stendhal di via della Polveriera si parla di “Una ricchezza dalla grande storia. La pesca a Civitavecchia”. Già il titolo del libro curato da Enrico Ciancarini e promosso da UILA Pesca e Ministero delle politiche agricole rivela lo scopo della pubblicazione e del convegno: testimoniare la grande ricchezza di cui Civitavecchia gode per la sua realtà peschereccia. «Da secoli la città trae dal mare sostentamento e prodotti da vendere sul mercato principalmente di Roma - ha spiegato Ciancarini - leggeremo dei precedenti storici come il progetto di sviluppo della flotta peschereccia portata avanti da Leone XII, lo studio del fermo biologico da parte del Guglielmotti e del Cialdi, la battaglia del pesce sotto il fascismo con la fabbrica del baccalà multinazionale Italo-francese». Partecipano la Società Storica Civitavecchiese, il Losem dell’Università La Tuscia, la Sezione Soci della Unicoop Tirreno, la Condotta Slow Food della Costa della Maremma Laziale. Da oggi a domenica, inoltre, la Società Storica organizza visite guidate al mattino presso il sito di Aquae Tauri, alla presenza di archeologi provenienti dalle università di Bologna e Roma.

(15 Ott 2019 - Ore 11:56)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.


Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio - Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy